Cenni storici

La chiesa di Tutti i Santi già esistente nella seconda metà del XV secolo, quando verosimilmente esisteva una cappella o una piccola chiesetta dove si venerava la Vergine. Dall’epoca della presunta origine, datata intorno al quattrocento dal rinvenimento di un frammento di affresco, che circa due secoli dopo fu pregevolmente recuperato e custodito preziosamente, non si hanno notizie fino al XIX secolo.
E’ ascrivibile a quel secolo la realizzazione del tetto ligneo, ed altri interventi ad esso legati. Recentemente si è concluso un intervento di restauro che ha valorizzato la fabbrica nella sua interezza.
La chiesa conserva il prezioso frammento di affresco raffigurante la Madonna delle Grazie, attribuito ad un pittore tardo-gotico la cui pittura risentiva dell’influenza stilistica di Giovanni da Gaeta. L’affresco in un primo momento fu distaccato con un lembo della parete muraria sottostante e collocata, nel 1625, dal pittore Michele Ragoglia nella tavola da lui realizzata che raffigurava S.Pietro Papa e Santi.
La sala presenta al centro del soffitto una tela di modesta fattura datata 1805 che raffigura la Madonna del Rosario tra S.Domenico e S.Rosa; il dipinto è importante perché sono raffigurati i membri della Congrega del SS.Rosario, tutt’oggi attiva. Il pregevole soffitto ligneo ottocentesco decorato a grappoli è stato recuperato negli ultimi vent’anni aseguito di un restauro che lo ha scoperto al di sotto di una mediocre tela raffigurante vite di Santi.

Il 12 Settembre

Ogni anno si rinnova la tradizione dei festeggiamenti in onore di Maria SS del Rosario, evento che cade il giorno 12 Settembre. La tradizionale processione tocca tutti i punti della borgata di Bomerano accompagnata dalla congrega "Maria SS del Rosario", il tutto in un'atmosfera difficile da raccontare se non partecipi dell'evento.
La processione termina all'imbrunire salutata dall'ormai consolidata tradizione dei fuochi d'artificio.

La Congrega "Maria SS del Rosario"

La Congrega Maria SS del Rosario è un'associazione che esiste da 305 anni; molte generazioni si sono succedute nella devozione alla Madonna, molte sono state le espressioni di serivizio e di carità di cui è stata capace per il beneficio dei fratelli e delle nostre anime, tante sono state le Grazie ricevute.
In ogni epoca la Confraternita ha rinnovato la sua azione secondo le esigenze del territorio ed il comune sentire.L'appartenenza alla congrega era ed è un motivo di vanto e di protezione per ciascuno; la partecipazione alle adunanze un obbligo tassativo.
Dalla lettura dello statuto storico si capisce che alcune cose sono cambiate: è cambiato il senso della gerarchia ispirato alla sottomissione monarchica e tradotta nell'atto costitutivo; siamo diventati molto numerosi, passando dai trenta iniziali ai circa cinquecento attuali.

TOP